La voglia di abbronzarsi al sole, sdraiati su una spiaggia, tra il vento il mare, è tanta. Ma occhio perché i pericoli del sole non riguardano solo le scottature o gli eritemi.

Farmaci e Sole

Tranquilla, non ti diremo di restare chiusa in casa tutta l’estate. Però lasciaci almeno darti qualche precauzione! Soprattutto riguardo all’assunzione di farmaci e alle possibili reazioni con l’esposizione solare.

Alcuni farmaci sono dannosi se assunti durante l’esposizione solare e possono provocare rossori, eritemi o eczemi. In alcuni casi, addirittura, possono portare a delle vere e proprie ustioni di 1° e 2° grado.

Per evitare questi spiacevolissimi inconvenienti, prendi nota di quello che stiamo per dirti: quali farmaci evitare prima di andare a prendere il sole.

La reazione dei farmaci al sole

Prima della lista, spendiamo due parole per spiegare come reagiscono i farmaci al sole. Alcuni hanno un’elevata reattività nei confronti dei raggi UVA. Queste reazioni possono essere sostanzialmente di 2 tipi:

  • Fototossiche: i raggi in contatto con il farmaco (all’interno dell’organismo) generano molecole dannose per i tessuti.
  • Fotoallergiche: il sole altera il farmaco generando una vera e propria reazione allergica
Donna stesa sul pontile esposizione e farmaci

Quali farmaci evitare durante l’esposizione solare

È di fondamentale importanza, soprattutto nel periodo estivo, conoscere quali non devono essere assunti in contemporanea con l’esposizione al sole.

Alcuni di questi farmaci sono molto comuni, ma nonostante questo, tante persone non sono a conoscenza dei problemi che possono creare.

Farmaci Antiacne

Alcuni comuni farmaci per l’acne contenenti Retinoidi, come isotretinoina e farmaci contenenti acido retinoico comunemente usati per il trattamento dell’acne più acuta, causano delle severe reazioni della pelle.

I nomi commerciali più comuni di questi farmaci sono: Aisoskin compresse, Soriac e Isotrex gel.

Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei (FANS)

Questa classe di farmaci è usata ogni giorno da migliaia di persone per trattare dolori e disturbi comuni, come mal di schiena e mal di testa. Tra questi i più comuni sono Ketoprofene, Naprossene e Colecoxib.

In particolare è necessario fare attenzione all’applicazione di cerotti o gel a base di ketoprofene. Le formulazioni che vanno direttamente a contatto con la pelle sono le più pericolose data l’enorme concentrazione di farmaci a livello della cute.

I nomi commerciali più comuni sono: OKI bustine, Naprosyn, Momendol compresse o gel, Keplat cerotti, Liotondol gel.

Quali farmaci portare in vacanza
Antibiotici

Gli antibiotici sono farmaci generalmente utilizzati per il trattamento delle infezioni di varia natura.

Alcuni di essi causano delle vere e proprie reazioni allergiche sulla cute, perché si depositano in grande concentrazione all’interno della pelle e, a contatto con il sole, causano reazioni gravi.

Un esempio sono: Tetracicline, Chinoloni e Sulfamidici.

I nomi commerciali dei farmaci più comuni sono: Bassado, Minocin e Tetralysal, Bactrim, Ciproxin, Levoxacin, Tavanic in compresse e il Sofargen gel.

Antifungini

Sono i farmaci utilizzati per il trattamento delle infezioni causate da funghi. Questo tipo di problema diventa abbastanza comune durante l’estate, quando più facilmente giriamo scalzi, come accade in piscina. Da tenere sott’occhio sono quelli con ketoconazolo, voriconazolo. Uno dei farmaci più comuni che causano reazioni è il Nizoral crema o soluzione.

Cortisonici

I cortisonici sono farmaci usati per il trattamento di infiammazioni, allergie e asma. A causare reazioni anche gravi, sono sia quelli assunti via bocca, che quelli applicati localmente.

I nomi dei farmaci più comuni sono: Bentelan compresse, Ecoval, Locoidon e Diprosalic in crema

Antistaminici

Soprattutto d’estate l’utilizzo di creme a base di antistaminici aumenta notevolmente. Queste preparazioni sono comunemente utilizzate per trattare il prurito dovuto per esempio a un morso di zanzara o di insetto, ma anche per ridurre i sintomi dovuti ad un eritema solare.

Puntura di zanzara e antistaminici

Le creme che contengono il comune antistaminico Prometazina, sono le principali responsabili delle reazioni al sole. Tra questi abbiamo: Reactifargan, Farganesse, Fenazil, Lenil antiprurito, tutti in formato crema.

Contraccettivi Orali

Le comuni pillole anticoncezionali, a prescindere che siano usate come contraccezione o trattamento di patologie dell’ovaio, possono causare delle spiacevoli reazioni a seguito dell’esposizione al sole.

Generalmente portano alla formazione di macchie cutanee dovute all’eccessiva stimolazione delle cellule che producono melanina. Di conseguenza sulla pelle compaiono delle macchie scure, che in alcuni casi regrediscono spontaneamente, mentre in altri diventano permanenti e richiedono trattamenti più adeguati. Abbiamo già visto come anche lo smog possa influire sulla tua pelle con la comparsa di macchie, adesso sai che anche il sole fa la sua parte.

I nomi dei principali contraccettivi sono: Estinette, Diane e Fedra.

Ipoglicemizzati orali

Questi farmaci sono comunemente usati per la cura del diabete e sono il Sulfoniluree e la Solosa in compresse.

Come prevenire i danni?

Per evitare questo tipo di problemi, è necessario evitare l’esposizione totale al sole (anche quando il cielo è velato) e se possibile evitare l’assunzione del farmaco nei momenti più a rischio.

Certo, non sempre è possibile rimandare. In questi casi è necessario proteggere la pelle con un fattore di protezione molto alto (50+,100+), indossare occhiali da sole e se il farmaco è applicato direttamente sulla cute occorre lavarsi accuratamente le mani dopo l’applicazione.

E se il danno è fatto?

Niente panico, non è la fine del mondo. È necessario: evitare di assumere nuovamente il farmaco o applicare ghiaccio sulla zona arrossata per alleviare il dolore. Allo stesso modo non dovrai utilizzare creme a base di cortisonici o antistaminici.
Se la reazione si fa più intensa, è buona norma consultare immediatamente il medico. Probabilmente vi prescriverà una terapia orale o endovenosa.

Se l’eruzione cutanea è diffusa è molto probabile che la causa sia stata un agente assunto per via sistemica, mentre se è più localizzata probabilmente è dovuta ad una reazione di un farmaco applicato direttamente in quella zona.

Se in questo periodo sei al mare, o in montagna e stai assumendo dei farmaci, ma sei preoccupata su una loro eventuale reazione al sole, scrivici! Ci vuole poco e la preoccupazione se ne va in un istante.

Farmacia Moderna Terni è con te, ogni volta che ne hai bisogno!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial