Carrello

Sono tantissimi gli integratori presenti in farmacia che contengono sali del magnesio.

Principalmente vengono utilizzati per problemi legati all’insonnia, alla stanchezza, alle dispepsie o alla stitichezza. Questi problemi possono sembrare totalmente slegati tra di loro, ma hanno come coadiuvante terapeutico l’utilizzo di integratori contenenti magnesio.

Ma facciamo chiarezza su questo magnesio e sui vari prodotti farmaceutici che lo contengono!

Il Magnesio

Il magnesio in natura, ma anche nelle formulazioni farmaceutiche, si presenta sotto forma di sale e, come ogni sale, è composto da un acido che permette alla sostanza di essere trasportata nell’organismo.

A seconda dell’acido, avremo un’assorbimento cellulare maggiore o minore. In parole povere, l’effetto che ricerchiamo dipende dal tipo di sale che stiamo per assumere.
Il risultato dell’integrazione varia a seconda del loro assorbimento.

Vediamo qualche esempio:

Le differenze tra i Sali di Magnesio

In linea generale, i sali meglio assorbiti dall’organismo, sono quelli in cui il minerale si trova legato a composti organici. Vengono assunti per azioni organiche a livello sistemico e cellulare.

Tra questi abbiamo: cloruro, gluconato, aspartato, piruvato, malato, citrato, pidolato, lattato, orotato.

Le fonti di magnesio inorganico, invece, sono di difficile assorbimento. Per questo motivo hanno effetto all’interno del lume intestinale. Sono oggetto di maggiori criticismi, principalmente in merito alla loro biodisponibilità.

Alcuni sali inorganici sono: magnesio ossido, carbonato e solfato.

Quali sali scegliere?

Come orientare la tua scelta? Dipende dal tipo di effetto che stai ricercando. Dovrai capire se organico e inorganico in base alle tue esigenze. Ecco alcuni esempi che chiariscono le funzioni assolte dai sali:

Sali Organici

Il Cloruro di Magnesio è il sale più utilizzato sopratutto per il suo basso prezzo ed è altamente biodisponibile. Il corpo riesce ad assorbirne una grande quantità. Molto utile in caso di problemi premestruali e disidratazione legata a un’intensa attività fisica oppure legata a problemi intestinali. È indicato anche per chi è carente in potassio e calcio.

Il Magnesio Lattato è associato con l’acido lattico organico. È adatto per nutrire la pelle grazie al suo buon livello di assorbimento. È utilissimo in caso di crampi muscolari, per questo viene spesso consigliato come integratore per gli sportivi.

Sali di magnesio vs crampi muscolari

Il Magnesio Citrato, in Italia, si trova con il marchio registrato “Magnesio Supremo”. È una tipologia con una buona biodisponibilità. Racchiude il 16% del magnesio elementare. È adatto soprattutto a chi, oltre ad avere necessità di integrare il minerale, cerca anche un aiuto contro la stitichezza.

Il Pidolato di Magnesio è un sale organico legato all’acido pidolico. Questa formulazione favorisce l’ingresso del minerale all’interno della cellula, garantendo un assorbimento così veloce da reintegrare rapidamente la concentrazione fisiologica di magnesio. È utile in casi di carenza del minerale e per contrastare i sintomi da ipomagnesia (stanchezza, irritabilità, affaticamento muscolare ecc.). Questo è il sale presente nel famoso MAG-2.

Il Magnesio Glicerofosfato, rispetto ad altre forme, viene veicolato più facilmente a livello delle terminazioni nervose e nelle cellule del sistema nervoso. Attraversa facilmente le membrane cellulari ed entra rapido nei processi che portano alla produzione di energia (ciclo di Krebs).

Il Bisglicinato di Magnesio è assorbito e riversato nel sangue molto facilmente. La letteratura scientifica ha evidenziato assorbimento più alto rispetto ad altre formulazioni, e una minore eliminazione del minerale dopo l’assunzione.

Sali Inorganici

Il primo il famoso “sale di Epsom”. Altro non è che il Magnesio Solfato Eptaidrato, per chi se ne intende. Il suo uso principale è quello di purgante, in virtù del suo scarso assorbimento.

Il Magnesio Ossido ha una forte azione lassativa. Spesso viene associato in formulazioni anti-acide (come il Maalox) con l’idrossido di alluminio che è fortemente costipante. Insieme risultano avere azione anti-acida e non lassativa.

Il Carbonato di Magnesio è un altro sale a scarso assorbimento. Agisce come antiacido a livello gastrico, producendo CO2 gassosa che si accumula sul fondo dello stomaco (ossia la parte più alta). In questo modo stimola l’eruttazione e talvolta anche flatulenza.

Fare la scelta giusta

Questi sopracitati, sono solo alcuni dei sali presenti sul mercato. Affermare di assumere magnesio è un’informazione insufficiente. È fondamentale comprendere che tipo di sale stai assumendo per capire se è adatto alle tue necessità.

I dosaggi, sono solitamente indicati per ogni singolo prodotto così come la modalità di assunzione che varia a seconda del deficit.

Per questo è bene confrontarsi col medico o il farmacista prima di assumere sali, perché vista la varietà di formulazioni, scegliere il prodotto migliore non è cosa da poco!

In caso di bisogno, Farmacia Moderna può aiutarti!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial