Sempre più bambini delle scuole primarie e secondarie soffrono di mal di schiena e altri problemi alla colonna vertebrale. Per questo noi di Farmacia Moderna ci teniamo a informare i genitori, come potresti essere te, affinché siano capaci di proteggere la schiena dei figli.

Com’è fatta la colonna vertebrale?

La colonna vertebrale è il principale sostegno del corpo umano. Assolve varie funzioni oltre a quella di sostegno: una motoria e una protettiva, nei confronti del midollo spinale.

I suoi costituenti fondamentali sono vertebre e legamenti che ne assicurano la stabilità. Eppure questi legamenti non sono sufficienti a limitare curvature troppo ampie o mantenute per tempi prolungati. Questo compito viene quindi assolto dalla muscolatura vertebrale profonda. Quando questi legamenti sono sottoposti a stiramenti per periodi lunghi possono andare incontro a fatica e perdita di sensibilità, di conseguenza, dolore diffuso e costante.

Disegno di una colonna vertebrale
Colonna vertebrale vista dal fianco sinistro

La colonna vertebrale non è perfettamente dritta, ma presenta quattro curvature, osservabili lateralmente: una a livello cervicale, una dorsale, una lombare e una sacro-coccigea. Sul piano frontale, invece, si nota solo una lieve curvatura laterale a livello toracico o toraco-lombare, anche nota come scoliosi fisiologica. Certo, tale condizione potrebbe essere accentuata per cause patologiche, in particolare curvature laterali di cospicua entità, note come scoliosi patologiche.

La schiena dei tuoi figli viene sollecitata ogni giorno da mille attività, ed è messa a dura prova soprattutto a causa dello zaino, spesso più grande del bambino stesso! Stando ad alcuni recenti studi, 5 bambini su 10, tra i 6 e i 10 anni soffrono di lombalgia!

Per questo motivo cerchiamo di metterti in guardia e di fornirti tutti gli strumenti di cui hai bisogno.

Lo zaino, il suo acerrimo nemico

Lo zaino, spesso e volentieri, pesa più di quanto dovrebbe ed è causa di disagio fisico. Influisce sulla postura, sull’equilibrio e sulla deambulazione. Non è ancora scientificamente provato che influisca sulle deformità vertebrali, ma non per questo è un argomento da non tenere in considerazione.

I principali punti da tenere in considerazione per far sì che lo zaino non diventi uno “scomodo compagno” dei tuoi bambini sono 3:

Il peso

Lo zaino non dovrebbe MAI superare il 10-15% del peso corporeo del bambino o della bambina. Questo vuol dire che se tuo figlio pesa 36 Kg, lo zainetto non dovrebbe pesare più di 3,6 – 5,4 Kg. A questo semplice calcolo però vanno aggiunte alcune variabili, come la massa muscolare, la struttura scheletrica, il tempo e lo spazio di percorrenza con il carico sulle spalle.

Uno zainetto delle elementari deve pesare poco
Uno zainetto per la scuola non dovrebbe pesare mai più del 10-15% del peso corporeo del bambino o della bambina.

Una bambina che fa regolarmente attività fisica e che deve fare poca strada per arrivare a scuola incorrerà in meno problemi rispetto ad un bambino che conduce una vita sedentaria e che deve camminare per 20 con lo zaino in spalla per tornare a casa.

I docenti

È necessaria un’educazione all’essenzialità organizzativa del corredo scolastico da parte di docenti. Lo stesso vale per le case editrici dei testi scolastici, i quali non dovrebbero essere troppo pesanti né ingombranti.

Controllo

I genitori in primis e i docenti a seguire, dovrebbero fornire le giuste informazioni per attuare una corretta postura e poi dovrebbero assicurarsi sempre che lo zaino sia indossato nel modo corretto, ossia su entrambe le spalle e non su una sola.

Assumere la giusta postura, anche per i compiti a casa!

Tutti i bambini passano molto tempo seduti tra la scuola e i compiti a casa, e questo ha spesso ripercussioni sulla colonna vertebrale, soprattutto se non si prendono determinati accorgimenti. La postura corretta è fondamentale per evitare il più a lungo possibili ripercussioni alla schiena. Quindi i consigli che stiamo per fornirti sono utili sia per i tuoi bambini che per te!

La Scrivania

La scrivania deve essere proporzionata ad una altezza tale che il bambino possa appoggiarci gli avambracci con le spalle rilassate.

La peggior posizione è quella chinata in avanti poiché nello stare seduti, l’ideale sarebbe mantenere le naturali curvature della schiena. Il sacro, in particolare, deve essere appoggiato allo schienale e la lordosi lombare ben mantenuta. La testa deve rimanere sempre ben allineata al collo e i piedi appoggiati al pavimento.

Braccio, avambraccio e polso devono essere rilassati e appoggiati al piano del tavolo che si dovrebbe trovare all’altezza dei gomiti. Questi devono poter uscire leggermente dal piano di lavoro in modo da consentire il rilassamento delle spalle.

La sedia deve essere di un’altezza ben precisa, per questo si consiglia di prendere sedie regolabili. Infatti, soprattutto nella crescita del bambino, è bene prestare attenzione che la sedia non sia troppo alta né troppo bassa, ma a un’altezza tale che le piante dei piedi siano completamente appoggiate a terra.

Questi consigli vanno applicati anche e soprattutto per quei bambini (e adulti) che passano molto tempo al Pc, o al cellulare/tablet. È facile perdersi nei nuovi schermi e passarci più ore al giorno. Spesso in questi momenti ci si scorda di mantenere una postura adeguata e questo spesso provoca delle ripercussioni alla colonna vertebrale.

In ogni caso è consigliabile fare brevi pause per sgranchirsi le gambe ogni mezz’ora per non affaticarsi troppo nel mantenere la postura corretta. Per le giornate di sforzo mentale più intenso, un integratore per tuo figlio è consigliato, sia per una maggiore rendita in termini qualitativi di studio, sia per gestire meglio le forze e non abbandonarsi sulla sedia! Qui da Farmacia Moderna ti consigliamo Vitadyn Junior, ma un qualunque integratore per bambini va bene (in caso di dubbi, contattaci pure!).

La postura corretta deve mantenere le naturali curvature della colonna vertebrale.

Illuminazione

L’illuminazione anche detiene un ruolo fondamentale e non andrebbe mai trascurata. La scrivania deve avere una luce proveniente da una doppia fonte, una opposta all’altra: la prima artificiale e regolabile, come se ne trovano tante in commercio, la seconda naturale. In questo modo l’ambiente sarà sempre adeguatamente illuminato così da non affaticare la vista del bambino o della bambina. Allo stesso tempo il bambino non dovrà scomporsi per leggere bene, perdendo la postura corretta.

Cosa altro puoi fare per il mal di schiena?

Un vero toccasana è l’attività fisica! Questa aiuta a prevenire i disturbi legati alla schiena e a curarli. Inoltre, nota importante, aiuta il bambino a non cedere alla pigrizia. Infatti non è un segreto che i bambini e gli adolescenti di oggi, a causa delle nuove tecnologie e di uno stile di vita sempre meno “attivo” stiano diventando eccessivamente sedentari.

Lo sport è prima di tutto consigliato per il suo lato ludico. Il bambino e la bambina dovrebbero essere liberi di scegliere quale sport praticare senza essere indirizzati a forza verso qualcosa che non amano. Lo sport sviluppa le capacità motorie e aiuta i bambini a stare insieme e rispettarsi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial