Carrello

A causa dei cambiamenti climatici in atto, sempre più di frequente, in Italia, si verificano eventi meteorologici estremi (ondate di caldo, ondate di gelo, tempeste, alluvioni).

In questo periodo il freddo eccessivo può rappresentare una minaccia per la tua salute, così come lo sono gli ambienti affollati con scarso ricambio d’aria. Le sindromi influenzali incrementano e peggiorano i sintomi di malattie croniche.

Vediamo insieme qualche semplice regola per difenderci efficacemente dai malanni di stagione!

Ambienti interni

Regola la temperatura degli ambienti interni in modo che non sia né troppo caldo né troppo freddo.

Gli standard consigliati sono intorno ai 18 ÷ 22°C se stiamo facendo un’attività sedentaria. Fai anche attenzione al grado di umidità: l’aria troppo secca può causare irritazione delle vie aeree, alterando le normali difese respiratorie. Un’umidità eccessiva, al contrario, può provocare condense e favorire la formazione di muffe.

È importante aerare adeguatamente gli ambienti, in particolare se ci sono persone malate. Basta aprire per pochi minuti una finestra per cambiare l’aria viziata in una stanza.

Fuori casa

Il freddo in sé non è dannoso, anzi è sempre preferibile fare attività all’aria aperta ricordandoci che a farci ammalare sono i virus presenti soprattutto negli ambienti affollati.

Per contrastare i malanni di stagione anzi, è consigliato fare regolare attività fisica! In questo modo aiuterai l’organismo a produrre citochine e betaendorfine, sostanze che hanno un effetto positivo sul sistema immunitario.

Se fuori però e particolarmente freddo ricordati di coprire adeguatamente naso e bocca. È noto infatti che il Rhinovirus, principale responsabile di raffreddore e febbre, penetra nell’organismo attraverso il naso, passa alla bocca e si replica più velocemente alle basse temperature. Inoltre, con il freddo, il sistema immunitario produce in quantità inferiore una proteina chiamata interferone, fondamentale per inibire la replicazione e la diffusione dei virus rendendo così l’organismo più vulnerabile.

Ragazza si copre naso e bocca per proteggersi dal freddo
Copriti sempre bene quando passi da un ambiente caldo ad uno freddo!

Queste precauzioni sono particolarmente importanti, soprattutto per gli anziani, i bambini e i neonati.

Sbalzi di temperatura

Ancora più importante è evitare gli sbalzi di temperatura, che più dell’esposizione al freddo influiscono negativamente.

Il sistema immunitario ha bisogno di acclimatarsi, per funzionare al meglio, attraverso un processo lento.

Passando più volte dal caldo al freddo questo processo viene ogni volta azzerato, esponendoci al virus. Per cui quando esci da un locale riscaldato copri subito collo, naso e bocca.

In tavola

Quello che mettiamo in tavola, in inverno, assume un valore particolarmente importante.

Cerca di consumare principalmente pasti e bevande caldi poiché aiutano a soddisfare le aumentate richieste metaboliche per la produzione di una maggiore quota di calore interno. Inoltre non far mai mancare frutta e verdura che contengono vitamine e sali minerali, molto utili per difendersi dalle insidie del freddo. In generale sono consigliati tutti gli alimenti contenenti il beta carotene (un precursore della vitamina A) e la vitamina E, in grado di stimolare le difese immunitarie (e sono ottime anche per il tono della pelle!). Ricorda che i cibi contenenti carotenoidi sono: carote, zucca, patate, pomodori, spinaci, carciofi, barbabietole rosse, broccoli, cavolfiori, peperoni, mentre quelli contenenti la vitamina E sono le mandorle, le nocciole, olio extravergine d’oliva ecc.

Non saltare i pasti: avere lo stomaco pieno aumenta notevolmente la produzione naturale di interferone.

Così come in estate, l’assunzione di liquidi è fondamentale.

Il Té e altre bevande calde per prevenire i malanni di stagione
Cerca di bere almeno 2 litri di liquidi al giorno, meglio se caldi.

Ricorda di bere circa 2 litri di liquidi al giorno, salvo diverso parere medico, preferendo bevande calde. Limita inoltre il più possibile il consumo di alcolici, che in quanto vasodilatatori inizialmente ci danno la temporanea sensazione di calore, ma in seguito ne provocano la dispersione, facendo scendere la nostra temperatura interna.

Oltre a questi semplici consigli, ricorda di lavare spesso le mani, soprattutto rientrando da luoghi affollati e di respirare sempre con il naso, che grazie ai peli e vibrisse al suo interno ci difende da virus potenzialmente dannosi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial