Lo sapevi che i fermenti lattici vivi sono tra i prodotti da banco più richiesti in una farmacia? Ma cosa sono?

Si tratta di microrganismi già presenti nel nostro organismo ma che, per diverse ragioni, possono venire a mancare causando patologie di vario genere. In questi casi grazie alla loro assunzione si può ristabilire l’equilibrio gastrointestinale e migliorare lo stato di salute generale del nostro organismo fin da subito.

Cosa vuol dire prendere i fermenti lattici vivi e perché farlo?

Probabilmente hai già sentito parlare dei fermenti lattici vivi e alcuni tuoi conoscenti li assumono con regolarità, anche se stanno fisicamente bene. Quindi prima di iniziare a spiegare cosa sono, ecco alcuni buoni motivi per cui prenderli:

  • Riequilibrano la flora batterica e garantiscono la regolarità dell’intestino
  • La flora batterica in equilibrio rafforza anche il sistema immunitario
  • Quando sei sotto stress o assumi particolari medicinali – tra cui gli antibiotici – si scongiurano alcuni disturbi intestinali, come la diarrea ( ad esempio, i bambini che assumono i fermenti lattici vivi soffrono meno di questo problema)

Ora che ti ho dato qualche buon motivo per assumerne, cercherò di spiegarti più nello specifico cosa sono e quali sono i loro effetti positivi sul nostro organismo. I fermenti lattici vivi, detti anche Probiotici, sono dei batteri che metabolizzano il lattosio. Si distinguono nettamente dai batteri “cattivi” che danno origine a fenomeni putrefattivi all’interno dell’intestino.

Per meglio comprendere la loro importanza è utile parlare della flora batterica. Quando si crea uno squilibrio, a causa di vari motivi, la flora intestinale non funziona più correttamente e i batteri cosiddetti “cattivi” all’interno dell’intestino prendono il sopravvento su quelli “buoni” (i nostri cari fermenti lattici vivi). In questo caso è necessario aiutare l’intestino reintegrando i fermenti e ristabilendo così l’equilibrio della flora.

I Fermenti lattici vivi e la flora intestinale

Alcuni motivi che portano allo squilibrio della Flora Batterica

Ecco alcuni casi tipici che si possono presentare:

Il caso più emblematico riguarda l’assunzione degli antibiotici: spesso il medico curante si dimentica di prescrivere i fermenti lattici quali il Lactobacillus e lo Streptococcus, che si trovano anche nello yogurt. Il risultato è che il paziente dopo pochi giorni sconfigge i batteri responsabili di febbre e altri sintomi, ma inizia a soffrire di diarrea. Per questo in farmacia consigliamo sempre di assumere i fermenti lattici insieme agli antibiotici.

Un altro caso tipico riguarda il paziente che sta vivendo un periodo di forte stress o che si alimenta in maniera errata. L’intestino è il primo a risentirne e i fermenti lattici lo aiutano a gestire meglio tutto quello che c’è da tenere sotto controllo. Senza contare che un’errata alimentazione è tra le prime cause cellulite!

Infine, molti pazienti, su nostra indicazione, assumono regolarmente i fermenti lattici vivi. Dopo qualche mese hanno riscontrato un maggiore benessere generale e un rafforzamento del sistema immunitario.

Nella nostra esperienza quotidiana notiamo una grande confusione sui fermenti lattici e le differenti tipologie in commercio. La cosa migliore da fare è affidarsi alla competenza di un medico o di un farmacista.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial